Sound design e interazione sonora per i vestiti aumentati

Da SaMPL.
Sebastiano Aleo indossa il prototipo di cartone per una divisa da maschera teatrale

Il workshop si dedica all'applicazione funzionale del suono ai vestiti aumentati, esplorando in particolare le categorie della qualità e dell'originalità sonora. Esso prosegue le attività di un precedente laboratorio dedicato al design dell'interazione sonora con prototipi di carta. Questa volta come piattaforma di prototipazione del suono viene usato un capo realizzato in tessuto scuba munito di microcomputer, sensori e trasduttori. Attraverso il software appositamente programmato è possibile associare a determinate misurazioni, nonché gesti, la riproduzione di suoni preregistrati, oppure di mapparli per controllare in modo continuo processi di sintesi sonora. Il workshop si compone di una prima parte volta a illustrare le possibilità tecniche e una seconda parte finalizzata alla creazione di configurazioni sonore alternative ed esteticamente valide per caratterizzare possibili scenari d'uso del capo di abbligliamento nell'ampia casistica degli smart clothes, oltre alla performance scenica – in particolare quella musicale.

Programma

mercoledì 31 maggio 2017, ore 10.00-13.00 e 15.00-18.00

Introduzione – Abbigliamento tecnico, smart clothes, smart textiles e interazione sonora
Parte 1 – Tecnica: un indumento proposto come piattaforma per prototipare il suono e l'interazione sonora

  • microcomputer embedded: Beaglebone Black e shield Bela
  • sensori e trasduttori, alimentazione
  • attivazione di campioni sonori in base a misurazioni e gesti
  • controllo gestuale di algoritmi di sintesi per modelli fisici
  • programmazione remota

giovedì 1 giugno 2017, ore 10.00-13.00 e 15.00-18.00
sabato 3 giugno 2017, ore 10.00-13.00 e 15.00-18.00

Parte 2 – Pratica: Sound design e interazione sonora

  • associazione di campioni sonori a gesti e azioni
  • mappatura dei dati dei sensori su parametri della sintesi per modelli fisici
  • matrici di controllo
  • approccio improvvisativo: performance musicale
  • sorta di progettazione inversa: individuazione di scenari a partire da suono e gesto
  • selezione di uno scenario e raffinamento delle interazioni sonore

Il laboratorio si svolge presso l'aula multimediale del Conservatorio "C. Pollini", via Bertacchi 15bis, Padova.

Partecipazione e obiettivi

Il laboratorio è rivolto agli artisti nell'ambito della musica elettronica e della performance, a quanti si occupano di modellazione sartoriale e fashion design e, infine, a quanti si interessano ai sistemi interattivi portabili.

La partecipazione al laboratorio è gratuita. Il numero massimo dei partecipanti è 15, con priorità per i giovani sotto i 30 anni d'età, residenti o domiciliati in Veneto, non impiegati in attività lavorativa né di studio. Per partecipare è necessario possedere competenze di informatica e, possibilmente, nell'ambito delle tecnologie del suono. I materiali utilizzati durante il laboratorio vengono forniti dall'organizzazione.

Obiettivo del workshop è predisporre alcuni esempi di sonificazione interattiva di vestiti da esibire pubblicamente, per porre l'attenzione sull'affascinante sviluppo rappresentato dal suono interattivo applicato a wearable quali indumenti e accessori.

Iscrizioni

Per iscrizioni scrivere a info [at] sampl-lab [dot] org (se errore "no mx record found", scrivere a giorgio [dot] klauer [at] conservatoriopollini [dot] it)

Personale

Giorgio Klauer, Conservatorio di Padova, Sound and Music Processing Lab